L’Europa è su Marte ma il lander non dà segnali

OggiScienza

Il modulo dimostrativo Schiaparelli si era sganciato dall’ExoMars Orbiter il 16 ottobre. Crediti immagine: ESA

ATTUALITÀ – A nulla sono valsi i ripetuti tentativi di captare un segnale. Ci hanno provato sia la sonda europea Mars Express, che nel 2004 sganciò l’altrettanto sfortunato lander Beagle 2, sia il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA.

Un netto successo, invece, per l’ExoMars Trace Gas Orbiter (TGO), la sonda madre della missione, che alle 18.35 ha “chiamato” la Terra forte e chiaro. Alle 20.30 l’Agenzia Spaziale Europea ha confermato che il TGO ha raggiunto l’orbita nominale e procede in sicurezza.

Le manovre di discesa del lander Schiaparelli procedevano secondo i piani, come confermato dai dati inviati dal TGO mentre si trovava ancora in un’orbita provvisoria, fino al distacco dello scudo termico e alla conseguente apertura del paracadute. Poi il silenzio.

In serata, alle 20.33, durante la – brevissima – diretta serale dell’ESA, Paolo…

View original post 1.188 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.