L’Europa è su Marte ma il lander non dà segnali

OggiScienza

Il modulo dimostrativo Schiaparelli si era sganciato dall’ExoMars Orbiter il 16 ottobre. Crediti immagine: ESA

ATTUALITÀ – A nulla sono valsi i ripetuti tentativi di captare un segnale. Ci hanno provato sia la sonda europea Mars Express, che nel 2004 sganciò l’altrettanto sfortunato lander Beagle 2, sia il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA.

Un netto successo, invece, per l’ExoMars Trace Gas Orbiter (TGO), la sonda madre della missione, che alle 18.35 ha “chiamato” la Terra forte e chiaro. Alle 20.30 l’Agenzia Spaziale Europea ha confermato che il TGO ha raggiunto l’orbita nominale e procede in sicurezza.

Le manovre di discesa del lander Schiaparelli procedevano secondo i piani, come confermato dai dati inviati dal TGO mentre si trovava ancora in un’orbita provvisoria, fino al distacco dello scudo termico e alla conseguente apertura del paracadute. Poi il silenzio.

In serata, alle 20.33, durante la – brevissima – diretta serale dell’ESA, Paolo…

View original post 1.188 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...