Cosa dicono i nostri amici di chi voteremo

Si possono migliorare le previsioni dei sondaggi elettorali chiedendo agli elettori per chi voteranno i loro amici, un’informazione che la maggior parte dei sondaggisti non prende in considerazione. A dirlo sono Mirta Galesic, professoressa al Santa Fe Institute del Nuovo Messico, e un gruppo di colleghi che lavorano in università inglesi e statunitensi. Gli scienziati hanno utilizzato i dati delle ultime elezioni presidenziali di Stati Uniti e Francia per dimostrare la loro ipotesi di partenza: includere nei sondaggi domande che esplorano le intenzioni di voto della cerchia sociale degli intervistati migliora le stime dei risultati elettorali.

Galesic e gli altri hanno lavorato su un campione di domande rivolte agli elettori statunitensi e francesi nell’ambito di migliaia (USA) e di una quarantina (Francia) di sondaggi in vista delle elezioni che portarono alla vittoria di Trump nel novembre 2016 e di Macron nel maggio 2017. Prevedere quante persone voteranno per un candidato o per il suo avversario è un compito notoriamente difficile e in alcuni casi, come è successo nelle ultime elezioni statunitensi, i risultati all’indomani del voto possono riservare grosse sorprese. I ricercatori si sono quindi chiesti se eventuali informazioni sulle intenzioni di voto familiari, amici e conoscenti degli intervistati migliorassero le stime elettorali.

Continua a leggere su Oggiscienza: Cosa dicono i nostri amici di chi voteremo

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.